Ingresso abbonati

Username:  
Password:      

Le banche dati di Westminster
(Attualmente sono presenti 75.657 documenti)
  

>> Ricerca avanzata   >> Chiedi a noi

Prima Pagina

19/03/2019

INPS: nomina vertici

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto col Ministro dell'Economia e delle Finanze, ha attribuito a Pasquale Tridico i poteri del Presidente e del Consiglio di amministrazione dell’INPS.

Professore ordinario in Politica economica presso l’Università Roma Tre, Pasquale Tridico è coordinatore del corso di Laurea Magistrale 'Mercato del lavoro, relazioni industriali e sistemi di welfare’ presso il Dipartimento di Economia, dove è anche Professore di Economia del lavoro dal 2009.
Ha svolto attività di ricerca in diverse Università europee e negli Stati Uniti. Durante il dottorato in Economia Politica ha vinto la borsa di ricerca “Marie Curie” dell’UE presso la Sussex University e nel 2010-11 ha vinto la borsa Fulbright presso la New York University. È anche titolare della cattedra Jean Monnet dell’UE in “Economic Growth and Welfare Systems” e ha ottenuto un finanziamento da parte dell’UE per l’apertura di un Centro di Ricerca di Eccellenza Jean Monnet denominato “Labour, Welfare and Social Rights”, di cui è direttore. Affermato economista di scuola keynesiana, Segretario Generale dal 2012 dell’Associazione Accademica EAEPE (European Association for Evolutionary Political Economy), è autore di oltre cento pubblicazioni in italiano e in inglese sui temi del mercato del lavoro, disuguaglianze e distribuzione del reddito, sistemi di welfare, politica economica italiana ed europea, sviluppo economico e crisi finanziarie. Ha anche contribuito ai lavori del Parlamento italiano intervenendo in audizioni e convegni su questi temi e, dal giugno 2018 al febbraio 2019, è stato consigliere economico presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Curriculum italiano di Pasquale Tridico

Col medesimo decreto interministeriale è stato nominato quale Vice Adriano Morrone, dirigente dell’Istituto e già direttore generale dell'ENPAIA - Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura (dal 2015 al 2017) e del fondo di previdenza complementare Agrifondo (dal 2015 al 2017). Adriano Morrone è professore a contratto di Sicurezza sul Lavoro presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Luiss Guido Carli di Roma e docente presso il Corso di specializzazione "Il lavoro nell'ordinamento giuridico italiano e comunitario", Facoltà di economia dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", nonché autore di numerose pubblicazioni. Curriculum di Adriano Morrone

Mauro Nori, candidato della Lega ad assumere il ruolo di sub commissario INPS al fianco di Pasquale Tridico, candidato alla guida dell’Istituto di previdenza in quota Cinque Stelle, ha deciso di farsi da parte. L’annuncio è stato dato dallo stesso Nori. Ma l’ex direttore generale dell’Inps oggi consigliere di Giovanni Tria al Tesoro, non ha chiarito però i motivi della rinuncia: “Ringrazio – afferma in una nota – tutte le persone che mi hanno manifestato la loro fiducia ma non sono disponibile ad assumere alcun incarico all’Inps. Auguro che l’Istituto riesca a superare brillantemente un periodo particolarmente difficile della sua lunga storia”.

In prima battuta, la maggioranza aveva indicato Francesco Verbaro come vice-Tridico, ma la sua nomina era risultata incompatibile e non venne mai controfirmata dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria. L’ex segretario generale del ministero del Lavoro ha infatti un vincolo di inconferibilità d’incarico perché ha una carica in Formatemp, fondo bilaterale per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori in somministrazione di cui sono soci Assolavoro e i sindacati.

Nori aspirava alla presidenza, ma si era detto disponibile al ruolo di numero due purché dotato di deleghe pesanti. Tridico ha detto no, opponendosi ad una spartizione che avrebbe smembrato la governance dell’ente e i poteri del presidente. Tridico ha detto no a Nori non perché indicato dal Carroccio, bensì per le stesse ragioni che avevano convinto l’ex presidente Tito Boeri a rimuoverlo da direttore generale. Il caso più eclatante, denunciato pubblicamente dal professore bocconiano, fu la decisione di gonfiare i contributi previdenziali a circa duecento dipendenti Inps, in gran parte avvocati.

Linkiesta.it: 14.3.2019: Si sblocca il caos Inps: Tridico commissario, Morrone suo vice - Dopo un mese senza guida, Di Maio e Tria firmano il decreto per l’Inps. In seguito al veto Cinque Stelle sulla nomina di Nori, la Lega sembrava voler far saltare l’accordo. Ma la nomina di Morrone alla vicepresidenza non sarebbe scontata

Gestito e realizzato da Elabora.org