Ingresso abbonati

Username:  
Password:      

Le banche dati di Westminster
(Attualmente sono presenti 86.324 documenti)
  

>> Ricerca avanzata   >> Chiedi a noi

Testi & Approfondimenti

Scheda di approfondimento

IPCC: Rapporto su cambiamenti climatici

Il Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha appena pubblicato il suo ultimo rapporto: Climate Change 2022, Impatti, adattamento e vulnerabilità. Il rapporto conferma che il mondo deve affrontare “inevitabili rischi climatici multipli nei prossimi vent’anni con un riscaldamento globale di 1,5°C (2,7°F)”. Il superamento di questo livello di riscaldamento aggraverà ulteriormente gli impatti, “alcuni dei quali saranno irreversibili.” Come ha affermato il Segretario Generale delle Nazioni Unite, António Guterres: “Il rapporto IPCC di oggi è un atlante della sofferenza umana e un atto d’accusa schiacciante per il fallimento dei leader nell’affrontare i cambiamenti climatici”.

Gli scienziati dell’IPCC sottolineano che il cambiamento climatico interagisce con tendenze globali come l’uso insostenibile delle risorse naturali e la crescente urbanizzazione. Le ingiustizie, i conflitti, la povertà, un governo debole e un accesso limitato ai servizi essenziali aumentano la sensibilità ai rischi e limitano le capacità delle comunità di adattarsi ai cambiamenti climatici. La co-presidente del Gruppo di Lavoro II dell’IPCC, Debra Roberts, riassume: “la crescente urbanizzazione e il cambiamento climatico creano rischi complessi, specialmente per quelle città che già sperimentano uno sviluppo urbano mal pianificato, alti livelli di povertà e di disoccupazione e un’assenza di servizi essenziali”.

I rischi climatici per le città sono aumentati in modo significativo rispetto all’ultimo Rapporto di Valutazione dell’IPCC del 2014. In particolare gli insediamenti informali, dove le posizioni e gli alloggi precari così come l’accesso limitato ai servizi essenziali sono identificati come estremamente vulnerabili.

Il rapporto indica le azioni chiave da intraprendere, molte delle quali richiedono interventi nelle città da parte dei decisori in ambito urbano a tutti i livelli in collaborazione con il settore privato, la società civile e altri stakeholders urbani.

Le opportunità per promuovere lo sviluppo resistente ai cambiamenti climatici nelle città includono l’implementazione di una pianificazione integrata e inclusiva e l’integrazione delle preoccupazioni relative al cambiamento climatico negli investimenti nelle infrastrutture urbane, comprese le infrastrutture sociali ed ecologiche. Salvaguardare la biodiversità e gli ecosistemi e garantire risultati equi contribuisce a molteplici benefici per la salute e il benessere, anche per le comunità emarginate e vulnerabili.

(inserito il 22/03/2022)

Gestito e realizzato da Elabora.org