Ingresso abbonati

Username:  
Password:      

Le banche dati di Westminster
(Attualmente sono presenti 87.087 documenti)
  

>> Ricerca avanzata   >> Chiedi a noi

Prima Pagina

24/01/2023

Agenzia entrate: Legge di bilancio 2023, chiarimenti in materia fiscale

Legge di bilancio 13: meno Irpef sulle mance in albergo e ristorante - Il trattamento agevolato è riservato esclusivamente al settore privato; ne sono destinatari i titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 50mila euro

Legge di bilancio 12: Pmi, ribadita la spinta verso il mercato azionario - La disciplina del credito d’imposta per le spese di consulenza relative alla quotazione delle piccole e medie imprese, in scadenza a fine 2022, è stata prolungata per un altro anno

Confermato fino al 31 dicembre 2023 il bonus pari al 50% dei costi sostenuti per la procedura di ammissione alla negoziazione in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di uno Stato membro dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo. Novità anche per quanto riguarda l’importo massimo dell’incentivo, che è passato, dai 200mila euro dello scorso anno, a 500mila euro (articolo 1, comma 395, legge 197/2022).

Legge di bilancio 11: nel 2023 debutta la flat tax incrementale - Il reddito d’impresa e/o di lavoro autonomo prodotto in più rispetto al maggiore tra quelli dichiarati nel triennio 2020-2022 potrà essere tassato in maniera agevolata, con aliquota del 15%. Introdotta, solo per quest’anno, una disciplina particolare riservata alle persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni che non applicano il regime forfetario. Il trattamento di vantaggio potrà riguardare, al massimo, 40mila euro di base imponibile: l’eventuale eccedenza sconterà l’Irpef (e relative addizionali) secondo i criteri ordinari. In ogni caso, per calcolare gli acconti 2024, bisognerà operare come se la norma agevolativa non fosse esistita (articolo 1, commi da 55 a 57, legge 197/2022).

Legge di bilancio 10: altri tre anni di "bonus barriere architettoniche" - Confermata fino al 31 dicembre 2025 l’agevolazione finalizzata al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, che altrimenti sarebbe spirata lo scorso 31 dicembre (la precedente legge di bilancio ne aveva sancito l’applicazione alle sole spese del 2022). È stato inoltre precisato che, per le deliberazioni condominiali relative a tali lavori, è sufficiente la maggioranza dei partecipanti all’assemblea che rappresenti un terzo del valore millesimale dell’edificio (articolo 1, comma 365, legge 197/2022).

Gestito e realizzato da Elabora.org