Ingresso abbonati

Username:  
Password:      

Le banche dati di Westminster
(Attualmente sono presenti 91.490 documenti)
  

>> Ricerca avanzata   >> Chiedi a noi

In Consiglio dei Ministri

Riunione del giorno 20 Giugno 2024

Disposizioni urgenti sulle materie prime critiche di interesse strategico

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti sulle materie prime critiche di interesse strategico.

Il testo intende adeguare l’ordinamento nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2024/1252 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 aprile 2024, che istituisce un quadro atto a garantire un approvvigionamento sicuro e sostenibile di materie prime critiche.

A tal fine, si pone in essere un sistema di governo, rafforzando le relative catene di approvvigionamento e favorendo lo sviluppo di progetti strategici grazie a procedure di autorizzazione semplificate.

Il decreto prevede, tra l’altro, le misure di seguito indicate.

a. Governance relativa alle materie prime strategiche

b. Misure di accelerazione e semplificazione della ricerca di materie prime critiche

c. Istituzione di aliquote di produzione in materia di giacimenti minerari

d. Recupero di risorse minerarie dai rifiuti estrattivi

f. Registro delle aziende e delle catene del valore strategiche

g. Fondo nazionale del Made in Italy

Ł Ł Ł Ł Ł 

ECONOMIA DELLO SPAZIO

Il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge che introduce disposizioni in materia di economia dello spazio.

Il testo introduce nell'ordinamento la definizione di "attività spaziale", che ricomprende il lancio, la gestione in orbita e il rientro di oggetti spaziali ed ogni altra attività realizzata nello spazio extra-atmosferico, ivi compreso l'uso delle risorse naturali, e detta una complessiva regolamentazione dell'eterogenea e vasta attività imprenditoriale privata connessa all'esplorazione dello spazio, anche con espresso riferimento agli accordi internazionali sottoscritti e ratificati dall'Italia in materia.

In sintesi, il disegno di legge intende disciplinare:

il regime autorizzatorio cui le attività spaziali private sono sottoposte;

i requisiti di capacità tecnica e professionale che gli operatori devono possedere;

la valutazione preventiva del rischio connesso all'attività autorizzata;

il regime di assicurazione obbligatorio e la materia della responsabilità per danni causati dalle attività spaziali;

misure di sostegno della space economy;

gli appalti pubblici relativi al settore delle attività spaziali e delle tecnologie aerospaziali (mediante la previsione di un regime speciale).

Ł Ł Ł Ł Ł 

RIORDINO DEL SISTEMA TRIBUTARIO

Il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge per la proroga del termine per il riordino organico delle disposizioni che regolano il sistema tributario mediante adozione di testi unici.

In considerazione dell’avanzata fase di attuazione della riforma fiscale, al fine di poter tenere conto anche delle nuove disposizioni e di assicurare l’organicità e la completezza del quadro normativo dei diversi settori di intervento dei testi unici già in fase di elaborazione, il disegno di legge proroga al 31 dicembre 2025 il termine entro cui possono essere adottati i decreti legislativi per il riordino organico delle disposizioni che regolano il sistema tributario mediante la redazione dei testi unici, ai sensi dell’art. 21, comma 1, della legge n. 111 del 2023, recante la delega al Governo per la riforma fiscale.

Ł Ł Ł Ł Ł 

ADEMPIMENTO COLLABORATIVO E CONCORDATO PREVENTIVO BIENNALE

Il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che introduce disposizioni integrative e correttive in materia di regime di adempimento collaborativo, razionalizzazione e semplificazione degli adempimenti tributari e concordato preventivo biennale.

Le norme introdotte provvedono, tra l’altro, a:

una revisione del calendario fiscale;

integrare il concordato preventivo biennale (CPB), sia in considerazione del calendario fiscale, sia con ulteriori disposizioni relative ai casi di decadenza dal concordato e in materia di acconti;

introdurre una sanzione, fino alla sospensione dalla facoltà di rilasciare la certificazione tributaria per un periodo da uno a tre anni, per i professionisti nel caso in cui la certificazione del sistema di rilevazione, misurazione, gestione e controllo del rischio fiscale (Tax control framework) sia infedele;

modificare le sanzioni in merito all’adempimento collaborativo, azzerandole per i contribuenti che dichiarano tutto al fisco e si comportano correttamente.

Ł Ł Ł Ł Ł 

ATTIVITÀ COMMERCIALI E ARTIGIANE STORICHE

Il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo per la Costituzione dell’Albo Nazionale delle attività commerciali, delle botteghe artigiane e degli esercizi pubblici, tipizzati sotto il profilo storico-culturale o commerciale, ai fini della valorizzazione turistica e commerciale di dette attività, in attuazione dell’art. 27, comma 1, lettera l-bis) della legge 5 agosto 2022, n. 118.

Il provvedimento, nel rispetto del riparto di competenze costituzionale in materia di commercio, individua un denominatore comune del lavoro già svolto dagli enti territoriali al fine di costituire un circuito nazionale per il riconoscimento del carattere storico e di eccellenza delle attività in possesso di determinati requisiti.

Ł Ł Ł Ł Ł 

CNEL

Il Consiglio dei ministri ha approvato un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente della Repubblica, che concernente i costi di funzionamento degli organi istituzionali del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL).
A seguito dell'entrata in vigore della legge 29 aprile 2024, n. 56, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 2 marzo 2024, n. 19, il testo disciplina le indennità e il rimborso delle spese, nonché la relativa corresponsione in conformità alla disciplina fiscale vigente, al Presidente, ai Vicepresidenti e ai Consiglieri e stabilisce che l'indennità di carica per il Presidente del CNEL sia commisurata al trattamento economico complessivo del Presidente del Consiglio di Stato e della Corte dei Conti, nel rispetto del limite di 243mila euro, di cui all'articolo 23 ter, comma 1, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201.

Ł Ł Ł Ł Ł 

PROVVEDIMENTI APPROVATI IN ESAME DEFINITIVO

Il Consiglio dei ministri, su proposta Ministro della difesa Guido Crosetto, ha approvato in esame definitivo un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90, concernente il testo unico delle disposizioni regolamentari dell’ordinamento militare, in materia di organizzazione del Ministero della difesa.

Ł Ł Ł Ł Ł 

CONTRATTI COLLETTIVI

Il Consiglio dei ministri ha deliberato di autorizzare il Ministro per la pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, all’espressione del parere favorevole del Governo in merito:

all’ipotesi della Sequenza contrattuale per il personale assunto con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato dall’Agenzia per l’Italia digitale (AGID), a integrazione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale del Comparto Funzioni centrali del 9 maggio 2022 relativo al triennio 2019-2021, sottoscritta il 4 dicembre 2023 dall’ARAN e dalle Confederazioni e organizzazioni sindacali di categoria; 

all’ipotesi di Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dell’Area Funzioni locali, triennio 2019-2021, sottoscritta in data 11 dicembre 2023 dall’ARAN e dalle Confederazioni e organizzazioni sindacali di categoria.

Ł Ł Ł Ł Ł 

RATIFICHE

LEGGE BACCHELLI

STATI D’EMERGENZA

NOMINE

LEGGI REGIONALI

Comunicato stampa

Gestito e realizzato da Elabora.org