Ingresso abbonati

Username:  
Password:      

Le banche dati di Westminster
(Attualmente sono presenti 77.015 documenti)
  

>> Ricerca avanzata   >> Chiedi a noi

Prima Pagina

16/07/2019

INPS: relazione annuale

Mercoledì 10 luglio 2019 si è tenuta, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, la Relazione annuale alle Camere del Presidente dell’INPS Pasquale Tridico per la presentazione del XVIII Rapporto annuale. Il documento illustra il ruolo dell’INPS nell’ambito del sistema di welfare nazionale e nell’attuale contesto socioeconomico del Paese.

L’evento è stato introdotto dal Presidente della Camera, Roberto Fico, e ha visto la partecipazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, del Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli e l’intervento conclusivo del Ministro dello Sviluppo Economico e Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio.

Relazione del Presidente: Previdenza complementare; una nuova sfida per l’INPS Ad oggi, come rilevato dalla COVIP, la platea di aderenti alla previdenza complementare, nonostante le potenzialità dello strumento, sfiora di poco il 30%. Nel nostro Paese non sono presenti schemi diversi da quelli previsti nel Decreto legislativo n.252 del 2005, salvo, in via residuale o marginale, i c.d. fondi pensione preesistenti o i c.d. fondi pensione territoriali. Tale vuoto potrebbe essere colmato attraverso la creazione di una forma complementare pubblica, gestita dall’Inps, volontaria e alternativa alle forme complementari private, superando anche la residualità di partecipazione già prevista in FondInps. L’obiettivo è rivolto a garantire una prudente gestione dei fondi mirando ad una maggiore canalizzazione degli investimenti in Italia. È curioso, d’altra parte, che il maggior ente di previdenza europeo non giochi un ruolo significativo in tale comparto. Nel 2018 i fondi pensione gestivano risorse per 167,1 miliardi, pari al 9,5% del PIL, molti dei quali investiti all’estero. L’obiettivo dovrà, dunque, essere quello di aumentare il numero delle adesioni attraverso la costituzione di una valida alternativa alle attuali tipologie di fondi pensione o schemi di previdenza complementare, aumentando conseguentemente gli investimenti diretti nel nostro Paese.

Lavoro: Decreto dignità, Quota 100, il Reddito di cittadinanza e la riforma dei Centri per l'Impiego: sono i quattro temi al centro del discorso che il Ministro del lavoro ha tenuto alla presenza del Presidente dell'INPS Pasquale Tridico e alle più alte cariche istituzionali. Leggi l'intervento del Vicepremier e Ministro Di Maio

UIL: Totalmente sbagliata è la proposta del Presidente dell’Inps di costituire un fondo pensione integrativo. Questa, in verità, è una tentazione non nuova, che non trova alcun fondamento nella realtà. In Italia, abbiamo il miglior sistema dei fondi pensione dell’occidente: un sistema libero, plurale e concorrente. Il tema è quello di incentivare le adesioni e su questo, da tempo, chiediamo al Governo un intervento. Il nostro sistema previdenziale si basa su due pilastri, l’Inps ha il compito di gestire quello pubblico e, per migliorare l’efficacia e l’efficienza delle prestazioni ai cittadini, lì deve concentrare la sua azione. È positiva, invece, la volontà esplicitata da Tridico sulla necessità di separare la spesa per pensioni da quella assistenziale. La Uil chiede all’Inps di essere coerente con questa affermazione e operare contabilmente tale separazione. In tal modo, si dimostrerebbe all’Europa che il nostro sistema pensionistico è ampiamente sostenibile e permette di continuare a reintrodurre principi di equità e giustizia, fortemente violati dalla gigantesca operazione di cassa della Legge Monti - Fornero.

Cgil: Landini, relazione evidenzia gravità diseguaglianze, serve ridurre tasse a lavoratori e pensionati

CIDA: Il primo rapporto annuale Inps firmato dal nuovo Presidente, Pasquale Tridico, segna senza dubbio una discontinuità d’impostazione rispetto al passato e sembra prefigurare un ruolo maggiormente ‘politico’ di Inps. Presenta anche due novità sulle quali riflettere: un fondo pubblico di previdenza integrativa; una più accentuata trasparenza contabile fra la spesa assistenziale e quella previdenziale”. Lo ha detto Mario Mantovani, Presidente di CIDA, commentando la relazione annuale dell’Istituto, presentata oggi a Montecitorio. (Segue)

 

 

 

 

Gestito e realizzato da Elabora.org